Gli 8 principali aggiornamenti dell’algoritmo di Google, spiegati

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Tra gli innumerevoli aggiornamenti introdotti da Google nell’ultimo decennio, ecco quelli che hanno cambiato per sempre la SEO

Google dichiara di aggiornare il proprio algoritmo di ricerca migliaia di volte all’anno. Nella maggioranza assoluta dei casi, gli aggiornamenti dell’algoritmo di Google sono così piccoli da non poter essere percepiti. Tuttavia, di tanto in tanto, Google introduce dei cambiamenti così fondamentali che cambiano per sempre il nostro modo di fare SEO.

In questo post faremo il resoconto degli otto cambiamenti più critici relativi agli algoritmi di ricerca. Analizzeremo il motivo per cui questi aggiornamenti sono stati introdotti, come funzionano e quali modifiche abbiamo dovuto apportare alle nostre strategie SEO in risposta.

Ma prima di iniziare, verifichiamo se siete mai stati colpiti da un aggiornamento dell’algoritmo. Tutto quello che dovete fare è lanciare Rank Tracker, sincronizzarlo con il vostro account Google Analytics e passare a Organic Traffic.

Basta passare il mouse sulle linee del grafico per vedere se alcuni aggiornamenti di algoritmo corrispondono a cambiamenti di traffico nel tuo sito.

Panda

Data: 24 febbraio 2011

Pericoli: Duplicazione, plagio o thin content (contenuto che ha poco valore per l’utente); spam generata dall’utente; keyword stuffing (ripetizione esasperata di una parola chiave da ottimizzare).

Come funziona: L’aggiornamento dell’algoritmo Panda assegna un cosiddetto “punteggio di qualità” alle pagine web. Questo punteggio viene poi utilizzato come fattore di posizionamento. Inizialmente gli effetti del Panda erano lievi, ma nel gennaio 2016 è stato incorporato in modo permanente nell’algoritmo di base di Google. Da allora, gli aggiornamenti sono diventati più frequenti, quindi sia le penalità che i recuperi di Panda ora avvengono più velocemente.

Come adattarsi:  Eseguire controlli regolari del sito per verificare la duplicazione dei contenuti, thin content e keyword stuffing. Per fare questo, avrete bisogno di un crawler del sito, come SEO PowerSuite Website Auditor.

Grazie al nuovo modulo Content Editor di WebSite Auditor, è inoltre possibile evitare potenziali penalizzazioni e creare pagine senza il rischio di un riempimento accidentale delle parole chiave. Content Editor analizza le pagine dei vostri migliori concorrenti e fornisce consigli SEO basati sui contenuti che hanno già avuto successo nella ricerca di Google.

E se volete controllare se i vostri contenuti sono duplicati altrove sul web, usate un tool di analisi del plagio come Copyscape.

Penguin

Data: 24 aprile 2012

Pericoli: link contenenti spam o non pertinenti; link con anchor text ottimizzato.

Come funziona: L’obiettivo di Google Penguin è quello di abbassare il posizionamento dei siti i cui backlink sembrano innaturali. Questo aggiornamento ha messo fine alla creazione di link di scarso livello, come l’acquisto di link da link farm e PBN.

Come adattarsi: Per non subire gli effetti dell’aggiornamento di Google Penguin, monitorate la crescita del vostro link profile ed eseguite regolarmente degli audit con un controllore di backlink come SEO SpyGlass. Nella dashboard di riepilogo dello strumento, troverete un grafico di progresso sulla crescita del vostro link profile. Cercate eventuali picchi insoliti: potrebbero essere il risultato di un attacco di SEO Negativa da parte dei vostri concorrenti.

Gli standard di cui sappiamo che Google Penguin tiene conto sono incorporati nella clausola di rischio di sanzioni di SEO SpyGlass.Navigate nella scheda Penalty Risk e ordinate la vostra lista di backlink dal rischio più alto al più basso. I collegamenti con un rischio superiore al 50% devono essere esaminati. Se si rivelano malevoli, aggiungerli al file di esclusione, scaricarli e inviarli al Disavow Links Tool di Google. 

Hummingbird

Data: 22 agosto 2013

Pericoli: Ripetizione eccessiva di parole chiave (keyword stuffing); contenuto di bassa qualità.

Come funziona: L’algoritmo Hummingbird aiuta Google a interpretare più efficacemente le query di ricerca e a fornire risultati che corrispondano all’intento del ricercatore (al contrario dei singoli termini all’interno della query). Mentre le parole chiave continuano ad essere importanti, l’algoritmo Hummingbird permette di classificare una pagina per una query anche se non contiene le parole esatte che il ricercatore ha inserito. Ciò si ottiene con l’aiuto dell’elaborazione del linguaggio naturale che si basa sull’indicizzazione semantica latente, sui termini e sui sinonimi che si ripetono frequentemente.

Come adattarsi: Ampliate la vostra ricerca delle parole chiave e concentratevi sui concetti che stanno dietro alle parole chiave. Analizzate accuratamente le ricerche correlate, i sinonimi e i termini ricorrenti. Ottime fonti di tali idee possono essere le ricerche correlate a Google, così come i suggerimenti dell’autocompletamento di Google. Troverete tutti questi suggerimenti incorporati nel modulo di ricerca delle parole chiave di Rank Tracker.

Utilizzate questi suggerimenti per comprendere al meglio il linguaggio del vostro pubblico e diversificare i vostri contenuti. Creando contenuti completi che soddisfino le esigenze del fruitore, vincerete sia in termini di engagement che di SEO. 

Mobile

Data: 21 aprile 2015

Pericoli: Mancanza di una versione per dispositivi mobile della pagina; scarsa capacità d’uso per i dispositivi mobile.

Come funziona: Con questo e con i successivi aggiornamenti sulla ricerca mobile (2018, 2020) l’attenzione del vostro sito web si è spostata dalla versione desktop a quella mobile. Oggi Google classifica tutti i siti web in base alla loro velocità e alla facilità d’uso della  propria versione mobile.

Come adattarsi: Ottimizzate le vostre pagine per la ricerca mobile e concentratevi sulla velocità e usabilità. I test di Google per la ricerca mobile e velocità delle pagine vi aiuteranno a capire quali aspetti devono essere migliorati. I test sono integrati in WebSite Auditor, in modo da poter controllare l’ottimizzazione mobile delle vostre pagine come parte dell’audit generale del vostro sito web.

RankBrain

Data: 26 ottobre 2015

Pericoli: Mancanza di query-specific (rilevanza specifica della domanda); contenuto superficiale; scarsa UX

Come funziona: RankBrain fa parte dell’algoritmo di Google Hummingbird. Si tratta di un sistema di apprendimento automatico che aiuta Google a capire il significato delle query e a fornire i risultati di ricerca migliori in risposta a tali query. Google considera RankBrain il terzo fattore di ranking più importante. Anche se non conosciamo la formula esatta di questo importante aggiornamento, il concetto è che RankBrain è responsabile della personalizzazione dei risultati di ricerca di un utente su Google. Fondamentalmente, Google va oltre la query di ricerca di una persona e tiene conto del contesto più ampio, come i sinonimi, le parole implicite e la storia personale della ricerca.

Come adattarsi: Ottimizzate le vostre pagine per rilevanza e  precisione con l’aiuto dell’analisi della concorrenza. Con lo strumento TF-IDF di WebSite Auditor potete scoprire interi elenchi di termini e concetti rilevanti utilizzati dalla maggior parte dei vostri concorrenti di alto livello. Trovate il modo di aggiungere questi termini ai vostri contenuti e vedrete aumentare notevolmente la pertinenza della vostra ricerca.

Medic

Data: 4 maggio 2018

Pericoli: Mancanza di authority sui siti web YMYL; E-A-T debole.

Come funziona: L’aggiornamento di Google Medic sembra influire in modo esagerato sui siti web dedicati alla medicina e su altri siti web che hanno a che fare con decisioni che potrebbero cambiare la vita (finanza, legge, educazione). Sebbene non sia stato esplicitamente confermato, i rappresentanti di Google hanno lasciato intendere che l’aggiornamento ha introdotto alcuni dei segnali E-A-T (competenza, autorità, fiducia) del documento Quality Rater Guidelines.

Come adattarsi: Ad oggi, non esiste una strategia di miglioramento comprovata che preveda  aggiornamentI a livello medico. Alcuni SEO suggeriscono di assumere scrittori esperti per dare credibilità al vostro sito web, altri sostengono che la soluzione sta nel creare contenuti di qualità per il vostro marchio. Ma, se ci attenessimo ai fatti, l’unico modo affidabile per aumentare la credibilità del vostro sito web è quello di far crescere il vostro profilo backlink. Un approccio efficiente sarebbe quello di utilizzare uno strumento di ricerca di backlink, come SEO SpyGlass, e prendere in prestito idee di backlink dai vostri concorrenti.

SEO SpyGlass vi permette di trovare il divario di backlink tra il vostro sito web e quello della concorrenza. I prospetti migliori sono quelli relativi ai siti web ad alta authority che collegano due o più dei vostri concorrenti. Questo indica che i siti web sono interessati alla vostra nicchia, ma non hanno un rapporto esclusivo con una sola azienda.

Per ulteriori suggerimenti, esplorate questa guida SEO basata sulle linee guida per la valutazione della qualità.

Bert

Data: 22 ottobre 2019

Pericoli: Contenuto scritto male; mancanza di precisione; mancanza di contesto.

Come funziona: Questo aggiornamento dell’algoritmo di Google utilizza la tecnologia di elaborazione del linguaggio naturale per comprendere meglio le query di ricerca, interpretare il testo, identificare le persone e le relazioni tra esse. Abbiamo visto come gli aggiornamenti di Panda, Hummingbird e RankBrain si allontanino dalle parole chiave (keywords), e l’aggiornamento BERT è il culmine di questo sforzo – permette a Google di capire molte più sfumature sia nelle query che nei risultati di ricerca.

Come adattarsi: Abbiamo infine raggiunto il giorno in cui Google sta effettivamente premiando la buona scrittura. Come mai prima d’ora, è importante sforzarsi per ottenere testi di qualità. Ciò significa che bisognerebbe andarci piano con le frasi per “allungare il brodo” e adottare uno stile di scrittura espositivo. È anche una buona idea fare una ricerca sui soggetti quando si crea un testo – includere i soggetti rilevanti aiuta a creare un contesto per i contenuti.

Per ulteriori suggerimenti, consultare questa guida sull’uso delle entità in SEO.

Core Updates (Aggiornamenti di base)

Data: 2017-oggi

Come funziona: Già nel 2017, Google ha iniziato a considerare gli aggiornamenti più grandi come aggiornamenti di base di Google. Da allora, c’è ancora meno trasparenza su cosa siano questi aggiornamenti e su quali parti della ricerca siano destinate a migliorare. I SEO spesso tengono sotto controllo i cambiamenti di ranking post-aggiornamento e cercano di capire cosa sia cambiato esattamente, ma raramente c’è un’osservazione conclusiva. È probabile che gli aggiornamenti di base di Google siano solo miglioramenti rispetto ai precedenti aggiornamenti di Google o forse aggiornamenti più piccoli legati insieme.

Come adattarsi: Poiché gli effetti degli aggiornamenti di base di Google sono spesso sconosciuti, una cosa che si può fare è tracciare la cronologia della SERP per le parole chiave a cui si mira. Una volta che l’aggiornamento avviene, è possibile controllare quali dei vostri concorrenti si siano spostati verso l’alto o verso il basso nelle SERP e fare un’ipotesi ragionata sui fattori che contribuiscono.

Per iniziare a tracciare la cronologia della SERP, avviate Rank Tracker, andate su Target Keywords > Rank Tracking > SERP Analysis e cliccate su Record SERP data. Lo strumento inizierà a tracciare le prime 30 posizioni SERP per ciascuna delle vostre parole chiave.

Liberamente ispirato e tradotto da:
8 major Google algorithm updates, explained (fonte: Search Engine Land)

Redazione

Redazione

Lascia un Commento