Come portare visite sul sito con fare da bigotto

Non avrei mai pensato di scrivere sulla Chiesa in un blog di SEO, ma il tema di oggi è particolare da tanti punti di vista, a partire dal SEO, contenuti virali, monetizzazione e portare visite sul sito web ecc.

Mi è capitato in questi giorni di leggere un articolo, come dire, molto particolare, sul blog di Pontifex, sulla morte della famosa cantante Whitney Houston . Il punto di vista di questo blog è molto particolare, anzi direi estremo.

Portare visite sul sito con i flame

Le loro linee editoriali vanno tranquillamente contro quello che un webmaster o comunque navigatore della rete è abituato a leggere e questo comporta un boom di commenti critici contro di loro. Il 90% di questi commenti se vanno contro la Chiesa in qualche modo vengono subito oscurati, un’altra piccola parte va bene per il blog e questi li potete vedere online.

Fino a qui, abbiamo un blog bigotto che fa flame e sa come portare visite sul sito. Niente di nuovo, il bello del web è anche questo.

Ora , vediamo questo blog da un punto di vista SEO e di marketing generale in rete come un possibile caso studio.

Prima di tutto, vorrei un attimo parlare di visibilità di questo sito web. Scrivere cose religiose, anzi tirare fuori i vecchi testamenti potrebbe sembrare inutile, insomma che cosa ci importa più di tanto? Ma molte volte, e il contesto che viene a scatenare una polemica, è un troll che ha dimensioni mai viste per un blog normale di news.

E’ proprio qui è il bello di questo blog, loro fanno le notizie dentro un’ottica del medioevo. Qualcuno è morto?

E’ la vendetta di Dio perché era gay, il ragazzo che è morto durante il concerto di Jovanotti? E’ la vendetta di Dio per la frase di Lorenzo in qualche show televisivo.

Come monetizzare il sacro

Insomma, è una visione molto sottile del mondo, ma non riesco a capire se lo fanno di proposito, oppure è veramente così. Neanche mi interessa più di tanto, quello che voglio in questo articolo è la risposta ad una semplice domanda:

Fare il Bigotto in rete, quanto ci puoi guadagnare sopra?

Perché si, è un esplosione di commenti, di like, di tweet da parte della gente che trovando news con questo taglio molto da medioevo, si vede costretta a condividere questa roba, ovviamente con commenti negativi, ma la pubblicità c’è, il viral marketing è proprio questo.

La rete, in questi giorni, parla veramente tanto di questo fenomeno :


Sono solo alcuni post fatti proprio pochi minuti fa, ieri ho letto di peggio.

Pontifex caso studio

A questo punto, dietro a tanto buzz in rete, mi sono chiesto quante visite un sito web del genere può fare e sopratutto fino a che livello scrivere notizie del genere può rendere in soldi tramite la pubblicità (fra adsense e non).

Per poterlo fare, ho usato alexa come sito di rank, ma per fare un controllo incrociato anche adplanner di Google, sono dati molto generali ma quello che voglio dimostrare è che fare il bigotto in rete fa guadagnare e non poco.

Dalle fonti non dirette, possiamo leggere che il sito web fa 150mila unici al mese, senza sapere nulla di SEO, di articoli fatti in un certo modo oppure essere dentro Google news.

A questo punto, continuate a scrivere ancora sui vostri blog geek ? Dati che comunque non mi tornano, da quelli di alexa risulta molto più seguito :

Ultimissima cosa. Da notare come il blog è riempito di banner, molte volte fuori dal contesto di quello che viene scritto. Dentro la pagina potete vedere ben 8 banner fra adsense, Vbanner e soluzioni diverse.

Personalmente ora come ora vedo un affiliazione di Poker e casino dentro a questo blog, che parla di Dio ( ma non era un peccato giocare ?).

P.S. Nulla contro il blog in questione, il mondo è bello perché è vario anche con punti di vista del genere.

Il mio prete è una persona molto disponibile, quindi dopo un articolo del genere vedo di fare una confessione, ho peccato!

Redazione

Redazione

Lascia un Commento