Google filtra i domini con la keyword esatta dentro le proprie SERP

in BLOG scritto da  34 Commenti

Non poteva mancare un mese nuovo senza qualche filtro nuovo particolare messo dal motore di ricerca Google.

Questa volta niente animali dentro il filtro, semplicemente da qualche giorno sul profilo di M.Cutts sono usciti interessanti Tweet per quanto riguarda il ranking SEO per il dominio con la keyword esatta, vedi faresoldionline.it e simili.

 

Vengono chiamati da Cutts come EMD, Exact Match Domain e con questa modifica le SERP dovrebbero essere toccate solo del 0.6% ma per paesi come UK/USA quindi presumo ( come è solito) in Italia potremmo vedere ben poco.

In rete ci sono tante domande e dubbi su che cosa veramente si basa questo update e se (come nel caso del Panda) possono essere colpiti nomi a dominio che si hanno la keyword esatta ma che comunque sono utili al utente finale.

Dalle SERP attuali non mi sembra che ci sono grossi cambiamenti in SERP, imho abbiamo sempre realtà come queste http://bit.ly/WcGL3v dove la keyword dentro le URL rimane comunque un fattore essenziale per il ranking su quella parola chiave ricercata.

Ma forse possiamo vedere qualche tipo di cambiamento anche in base al nostro contest ancora in corso e in che modo si sta evolvendo il tutto con queste novità di Google.

Che cosa comporta un aggiornamento del genere sul mercato SEO?

Sicuramente il valore del dominio potrebbe calare. Se avete decine e decine di domini che hanno un valore per una parola chiave esatta, questi forse possono avere una valutazione diversa proprio in futuro. Da tempo non è così automatico il collegamento fra keyword dentro la URL e primo in SERP, ma comunque fa ancora parte del ambiente SEO e ha un certo valore.

Con un Update del genere, questo valore potrebbe essere ancora più basso e possiamo parlare criteri alternativi per la valutazione di un URL registrato. Per esempio il dominio che si ricorda facilmente, oppure possono essere richiesti dei dati di community o visite reali e non il dominio nudo e crudo che viene venduto in base al solo nome e al futuro roseo perché diventa il top 1 per quella ricerca.

E’ un update che mi aspettavo da tempo, che dovrebbe smuovere un attimo i giocatori in diverse nicchie, facilitando la concorrenza e il buon prodotto finale. Ho sempre sostenuto il fatto che il dominio, solo dominio intendiamoci, non può essere quello che conta dentro il complesso sistema come la SEO (ma a questo punto anche SEM) , dietro ci sono sicuramente altri fattori che forse per una macchina del 1997-2000 erano più facili da considerare ( PR, LB,Alexa, Keyword dentro il file di HTML) ora nel 2012 semplicemente abbiamo uno spostamento da questi valori su fattori sociali, comportamento, contenuti, tempo di permanenza ecc.

Mi farebbe piacere sentire alcuni vostri pareri al riguardo, pensate che questo update è giusto oppure meglio tenere stretti i domini con una keyword ?

Ti è piaciuto il post? Condividi!

Vuoi restare aggiornato? Seguici!


Autore Markiyan Yurynets

Markiyan Yurynets ha scritto 44 articoli in questo blog.

SEO per la Russia, sperimentatore incallito del Lato Oscuro del Web Marketing, affronta le tematiche 2.0 con modo critico ma costruttivo.



34 Commenti


  1. ott 3, 2012

    Benedetto Motisi

    scrive:

    Su certe SERP italiane ci sono siti che galleggiano quasi esclusivamente per gli EMD .

    Vuoi anche solo per la differenza di lingua, nel brevissimo termine credo siano duri a morire ma magari mi sbaglio!


  2. ott 3, 2012

    simo

    scrive:

    la news che aspettavo da 2 anni!! OTTIMO!! 100 di questi update!


  3. ott 3, 2012

    Seogm

    scrive:

    Simone onestamente mi sembra l’ennesima forzatura e imposizione di Google che toglie l’ennesima libertà…

    Non siamo più liberi di mettere quanti e quali link vogliamo su una pagina (alla base del WWW ci sono i link, Google ha deciso che invece il web deve essere come dice lui.

    Adesso non siamo più liberi di scegliere un dominio che contenga la chiave secca…

    Tra un anno dovremo mettere le mutande verdi perchè ce lo impone Google?

    Google vuole “ammazzare” il web almeno quanto Facebook…

    Vuole piegare il web alle sue esigenze di fronte a evidenti difficoltà di fermare i black hat e simili…

    Non mi piace… un conto è punire chi sbaglia e fa il furbo, un conto è punire a prescinedere…


  4. ott 3, 2012

    Maltra

    scrive:

    Sarà applicata anche in Italia e che impatto avrà? io vedo ancora delle cose oscene sulla nostra cara Serp


  5. ott 3, 2012

    Ino

    scrive:

    Sono fiducioso, si punterà a colpire sempre i domini che, pur riportando l’Exact match, non hanno contenuti contestualmente efficaci e pregnanti. Analizzavo proprio ieri un sito di guadagno online che si trova in alto solo per il dominio e che, non riportando contenuti pertinenti o comunque utili, potrebbe essere colpito (speriamo) per fare un esempio. Non credo sia fatto un taglio netto, specie se i domini hanno una buona permanenza di utenti e un buon social.

    Comunque un passo avanti!


  6. ott 3, 2012

    Benedetto Motisi

    scrive:

    Lo scenario prospettato da Adriano mi trova piuttosto concorde.. io mi sto facendo l’idea che Google = nuove Yellow Pages. Ma solo loro devono esistere eh.


  7. ott 3, 2012

    Umberto Orefice

    scrive:

    Non e’ questione di liberta’. Google non penalizzera TUTTi gli EMD, e’ chiarissimo se si legge attentamente, ma solo quegli EMD che hanno SOLO l’EMD, senza permanenza e traffico umano, e intasano le SERP, altri che invece avrebbero qualcosa da dire, solo perche hanno SOLDI da investire, per conseguire PROFITTI. Queste pagine resistono solo perche’ hanno dietro le spalle sciami di link disutili. Era ora, Google eliminera’ , non dal web ma dalle SERP, chi se ne frega di utenti e contenuti e vede il web solo come business. Il web e’ una comunita’ , i cui utenti sono degni di rispetto. Come vi sentite, quando siete vittima di una pubblicità ingannevole? Ecco, cosi si sente l’utente del web di fronte a questi webmonsters “tutti chiacchiere e investimenti” e privi di significato. Nel web diventa sempre piu’ possibile, per chi lavora onestamente per produrre contenuti UTILI, poter crescere.


  8. ott 3, 2012

    Davide Massussi

    scrive:

    Strano fenomeno che riguarda gli exact match: faccio un test sulla chiave “studio di registrazione” e noto che un dominio exact match è sceso parecchio. Mi accorgo però che ho settato nelle preferenze la lingua inglese per quanto riguarda l’interfaccia di Google. la cambio in italiano e voilà, ecco tornato l’exact match al suo posto…

    Che ne pensate? la nuova modifica dell’algoritmo funziona solo su Google impostato in lingua inglese? può essere un modo per ottenere una preview di ciò che accadrà quando verrà introdotto anche in italia?


  9. ott 3, 2012

    Carmelo

    scrive:

    A me non sembra che la keyword nel nome a dominio sia penalizzante, ma il contrario, anzi se ce ne sono 2 oppure 3 è meglio!
    Certo che se il mio sito si chiama = wwwpincopallino.it e ho 1.000 links in entrata dei quali il 50% pinco e il 50% pallino è facile capire chi ha inserito questi links…

    (alla base del WWW ci sono i link) io dico che alla base del web ci sono le informazioni, suddivise in testi, immagini, ipertesti, formattazione, meta tags e grafica.

    L’ordinamento di tutte queste componenti si chiama = ottimizzazione

    saluti a tutti


  10. ott 3, 2012

    Seogm

    scrive:

    Carmelo senza link come ci arrivi a “informazioni, suddivise in testi, immagini, ipertesti, formattazione, meta tags e grafica” :D


  11. ott 4, 2012

    Sasà

    scrive:

    Vi confermo che il filtro è stato applicato anche in italia. Come ho detto anche in un altro commento, il mio stellissimo è stato sbalzato fuori da terza pagina a “tanto lontano” :)
    Anche altri miei domini sono spariti (erano tutti in prima pagina). Per la serp inglese a quanto pare faccio parte di quello 0.6% dato che alcuni domini storici che avevo (da almeno 2 anni in prima posizione) sono scomparsi.
    Quello che tutti avevano in comune è:
    Una sola pagina attiva!
    Tutti quelli invece che hanno +pagine indicizzate non hanno subito variazioni.
    E’ un disastro assurdo!


  12. ott 4, 2012

    Daniele Trombetti

    scrive:

    Ciao a tutti. Credo, come dice Adriano, che Google sia ormai la dittatura web, però credo anche che sia giusto così. In fin dei conti svolge il suo lavoro, nessuno obbliga ad utilizzarlo (parlo di utenti finali) ci sono tanti altri motori in giro. Ma se google restituisce il risultato perfetto per ogni mia ricerca, (e anche qui ho dei dubbi) perchè abbandonarlo? Però mi viene un dubbio. Come sceglieremo da oggi in poi il dominio? Se ho un cliente che fa assistenza infermieristica e prelievi a domicilio a roma, secondo voi quale sarà il dominio che prenderò? Di certo non mi invento un nome, inserisco le parole chiave se il dominio è libero, offro quel servizio? Scelgo il dominio più logico, quello che rimane facilmente in mente all’utente. Adesso vallo a spiegare a Matt! Non so se mi sono spiegato!


  13. ott 4, 2012

    Carmelo

    scrive:

    Io credo che dietro ogni cosa che fà Google ci sia una qualche logica, non solo a scopo business… questa di far declassare i domini su parole chiave, che hanno una sola pagina o poche pagine ha un senso!

    quanti domini ci sono, presi da rivenditori tipo : Godaddy + Sedo + Register e tanti altri, venduti a caro prezzo solo perchè hanno delle keywords ricercate nel nome a dominio ??
    quanti di questi hanno risultati pubblicitari, anche sfruttando Adsense o Doubleclick

    milioni di domini totalmente inutili, che anche se non vengono venduti, continuano a intascare soldi dagli annunci.


  14. ott 4, 2012

    Carmelo

    scrive:

    http://www.seowebmaster.it/immagine.png

    Adriano e come ci arrivi booh ?? questo commento è stato postato 24 ore fà….

    questa pagina non riceve molti links, ma stà ricevendo delle visite, ci sono dei commenti nuovi, quindi viene scansionata, perchè Google tramite Analitycs ha rilevato delle visite!

    Se noti su Google non è ancora presente una copia “cache” della pagina!


  15. ott 4, 2012

    SEOGM

    scrive:

    Carmelo se per te WWW = Google allora c’è poco di cui parlare,

    abbiamo visioni diverse… anche se cmq su quella pagina un link lo devi cliccare :D :D


  16. ott 4, 2012

    Carmelo

    scrive:

    WWW non è uguale a = Google le visite possono arrivare da tante fonti diverse, in questo caso da un email… stà di fatto che le visite su parole chiave arrivano da Google!


  17. ott 4, 2012

    SEOGM

    scrive:

    Carmelo ma parlavamo del nostro concetto personale di http://WWW... ora che centra che mi fai presente che “stà di fatto che le visite su parole chiave arrivano da Google!” lo so bene… negli ultimi 10 anni ho ottenuto centinaia di milioni di visite da Google con la SEO…

    io facevo tutto un’altro discorso, ma non ci capiamo.

    Mi sarò sicuramente espresso male io :D


  18. ott 4, 2012

    Carmelo

    scrive:

    A me la dipendenza da Google, mi piace meno di te… mi fà perdere un sacco di tempo, non mi sento libero di fare come mi pare e piace, vorrei fare siti web per gli utenti, invece prima devo far piacere a Google, se voglio avere degli utenti.


  19. ott 4, 2012

    Carmelo

    scrive:

    cmq per non essere IMHO si parlava di domini con la keyword inserita, fatti di una sola pagina che sarebbero penalizzati….

    allora che mi dite si questo = http://www.italyseo.com

    giusto per restare in tema di keyword SEO un sito web di una sola pagina, PR = 1 senza un bel niente di contenuti, pieno di grafica, con 4 righe di testo “above the fold” con errori grammaticali evidenti, quel poco di testo è anche duplicato su altri portali web, che per la keyword = SEO si trova prima di questo portale!

    come si spiega ?? è un risultato che osservo da circa 3 mesi


  20. ott 4, 2012

    Davide Massussi

    scrive:

    però google con gli aggiornamenti che introduce tende a migliorare la qualità complessiva del web… quantomeno nell’organizzazione e nella chiarezza dei contenuti. per esempio con panda si è “costretti” a gestire i duplicati in maniera migliore, con redirect o url canonical.

    da una parte si perde tempo, è vero, dall’altra però l’architettura dell’informazione è indubbiamente migliore.

    sugli exact match mi pare che nessuno impedisca di usarli. solo non hanno più un boost sulla serp solo perché il dominio corrisponde alla chiave. poi se il sito ha buoni contenuti dubito che google lo penalizzi solo per l’exact match


  21. ott 4, 2012

    SEOGM

    scrive:

    Si, Davide, su Panda sono d’accordissimo e anche su Penguin, mi preoccupava di più questo filtro per la solita paura che si generalizzasse sparando sul mucchio.

    Ma FORTUNATAMENTE ti devo dire che abbiamo moltissimi domini exact match che sono rimasti dove erano, sicuramente perchè di qualità e con traffico interessato.

    Scusa papà Google :D


  22. ott 4, 2012

    Davide Massussi

    scrive:

    BTW un po’ di concorrenza tra motori di ricerca non farebbe male… il monopolio a lungo andare è sempre pericoloso. tocca fare il tifo per bing!


  23. ott 4, 2012

    DanielSem

    scrive:

    Cavolo ho comprato due settimane fà un dominio exact match per la nostra tanto amata SEO, tra l’altro ha anche un anzianità di qualche annetto, mi auguro solo che non sia penalizzato per altri fattori.

    Comunque nel nostro bel paese non credo sia ancora attivo tale upgrade e comunque sono daccordo con Adriano quando dice che quello che conta veramente è il traffico e il suo comportamento sul sito.

    Sicuramente una landing con dominio esatto con questo aggiornamento non avrà vita facile, ma sono anche convinto che se si lavora in modo etico e leale non c’è di che preoccuparsi.


  24. ott 4, 2012

    Sasà

    scrive:

    DanielSem anche su google italia è arrivato il filtro ;)


  25. ott 5, 2012

    SEOGM

    scrive:

    Sas lo spero proprio! Perchè se così fosse l’abbiamo scampata bella, ho controllato una ventina di domini exact match e non c’è stata alcuna perdita di posizioni, anzi uno nuovo mi si è messo in prima posizione dalla 3° di qualche giorno fa… ottimo direi.

    Se il filtro “becca” solo chi ha domini exact match per fare spam o siti di contenuti scarsi va benissimo!

    Stiamoa vedere l’evoluzione, il mio terrore era che ci fosse una mietitura sconsiderata, così non è stato (sembra) ottimo Google :D


  26. ott 8, 2012

    Benedetto Motisi

    scrive:

    IMHO con questo filtro dovrebbe colpire i domini che stanno su solo per EMD .. in alcune SERP però continuo a vedere certa EMME… vi bè, continuiamo ad analizzare la situazione.


  27. ott 13, 2012

    seocolli

    scrive:

    Carmelo non mi sembra proprio che italyseo.com in serp per la key “seo” si trovi prima di questo portale!.
    Per rimanere sulla stessa key se noti “seo.it” non mi sembra ben posizionato in serp… e parliamo di dominio .it a chiave secca.

    Al massimo posso pensare che google penalizzerà i domini a chiave secca scarsi di contenuti o con contenuti duplicati o non inerenti al nome dominio.
    Se non fosse cosi (dubito) mi piacerebbe vedere la reazione di colui che ha comprato seo.com per milioni di euro in caso di serp rivoluzionata…. :D.


  28. ott 13, 2012

    Carmelo

    scrive:

    Seocolli ti assicuro che quel sito è stato per 3 mesi di seguito ai primi 15-20 posti sulla keyword secca! in alcuni momenti anche tra le prime 10 posizioni

    osservato quasi giornalmente, in quanto era un fatto strano!

    24 ore dovo averlo scritto qui è sparito dalle SERP

    quindi le incognite ora sono 2 :
    1) qui dentro gira un Quality Rater di Google che legge tutti i post
    2) oppure il nuovo algoritmo è davvero entratro in funzione!

    sembra più probabile la 2′ possibilità (ma la prima non è da escludere)


  29. ott 13, 2012

    Carmelo

    scrive:

    ma forse c’è una 3° possibilità… una mia ipotesi

    scrivere qui il link ha compromesso il suo posizionamento (non perchè un link da questo sito sia penalizzante)
    ma lo spyder che scansiona spesso questa pagina, ha trovato il link e lo ha seguito (anche se nofollow) e aggiornato la sua posizione nelle SERP

    nofollow non significa = non seguire il link per Google, ma non passare link-juice!

    quel link è stato un colpo mortale :)


  30. ott 14, 2012

    Sasà

    scrive:

    Un quality rater che legge il blog e capisce di cosa si sta parlano e …. Si come no, sotto google c’è di mezzo anche la cia. E mi raccomando state attenti a non scrivere la parola “terrorismo” altrimenti state sicuri che mettono sotto controllo tutti i telefoni delle persone che visitano questo sito…. ma per piacere…. ma che cavolo ti fumi carmelo. Qualche giorno fa ho scritto un piccolo articolo sulla qualità dei contenuti
    http://www.seosasa.com/contenuti-di-qualita
    dato che dopo l’ultimo update mi sono trovato con alcuni domini personali che sono passati da prima posizione a decine di pagine giù. Domini EMD in lingua inglese con keyword di ricerca che va dagli 8mila a 10mila esatti.


  31. ott 15, 2012

    Carmelo

    scrive:

    Sas ho letto il tuo articolo e proprio perche “Google non interpreta il significato delle parole” ci sono i Quality Raters che fanno selezione nelle SERP non è una novità fantascentifica!
    Ma restando in argomenti di algoritmo e ranking il sito di cui parlavo è riemerso, per cui dammi una spiegazione su questo risultato:

    http://www.seowebmaster.it/italyseo.png

    parliamo di SERP competitive su centinaia di milioni di risultati, io ci ho impiegato 12 mesi a posizionarmi… questo sito ha un PR = 1 ha solo 2 link in entrata, solo 1 pagina negli indici, testo duplicato su altri portali, grafica abbondante, si tratta di un exat-mach-domain, 4 righe di testo e servizi inesistenti.

    oltre a ciò è un dominio nuovo e di fonte a questi risultati tutto ciò di cui stiamo parlando và a farsi friggere.


  32. ott 15, 2012

    Sasà

    scrive:

    Se hai letto il mio articolo puoi vedere che sul fatto di qualità dei contenuti è quasi al 100%. Non guardarlo con i css ecc., guardalo come lo vede uno spider e puoi vedere che ha una perfetta punteggiatura, punti di riferimento e vari header tag. E poi non è un dominio nuovo, ma del 2008. Quindi non puoi sapere prima che giro di backlink aveva. E’ un pò come la storia del dominio dynoguy :)
    Secondo me sfrutta molto il fatto che è del 2008 e per motivi sconosciuti (a volte capitano questi errori) google interpreta l’update del whois ancora fermo al 2008. Poi naturalmete sarebbe bello analizzare anche quei 2 backlink che ha. Passameli. Io non ne vedo. Anche se sono sicuro che ne avrà una decina molto buoni ma che non compaiono nei vari tool. Ad esempio un mio dominio (singola pagina con contenuto da skifo) che è linkato da vari domini con PR alto, risulta dopo 2 anni non avere backlink. Invece ci sono e lo fanno stare fermo in prima posizione per una key con 14k ricerche esatte.


  33. ott 15, 2012

    Carmelo

    scrive:

    Sas analizzare i siti web e i fattori SEO di ranking è la mia specialità, senza nulla togliere a nessuno, questo è un settore difficile per tutti.

    io sono molto diretto nell’esprirermi anche di persona… a qualcuno il fatto può dare fastidio, a non mi di girare intorno a questioni e particolari insignificanti, come la punteggiatura, il trattino o l’undescore, i meta tags e tutto il resto!

    il dominio in questione ha server dedicato, localizzato negli USA con 4 indirizzi IP questo è il primo fattore di ranking (è un’investimento lato server)

    la signorina o trans titolare del dominio, fà spam via email in tutti i modi possibili, nella foto su linkeding sembra un ibrido tra Cicciolina e Moana pozzi :)

    quindi il sito riceve molte visite di curiosi, questo è il 2° fattore di ranking
    cioè, ricevere più visite per posizionarsi meglio su Google, non il contrario:
    posizionarsi su Google per ricevere più visite!

    Tutto ciò non rientra nelle lezioni di molti corsi SEO, qui stiamo parlando di aria fritta e rifritta, quando i fattori di ranking sono ben altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non saranno pubblicati. I campi richiesti sono marcati

È possibile utilizzare questi HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <s> <ins> <strong>


Current day month ye@r *

Feedback

  • Giornata intensa ricca di interventi e spunti molto utili ed interessanti

    Davide Prevosto – Lorem Studio
  • Tutto perfetto: dalla sala, la location, l’organizzazione,il catering

    Rita Callegari – Ok Impresa
  • Workshop orientato al brainstorming una vera e propria tempesta di cervelli

    Daniele Trombetti – Di Renzo SRL
  • Contenuti di spessore trattati esaurientemente nonostante il poco tempo a disposizione, avrei fatto notte fonda!

    Luca Contaldo – M-Ict S.r.l.
  • Un’esperienza assolutamente positiva e utile!

    Alessandro Mussini – Mussini Sas
  • Ho imparato molte cose  partecipando al SEO Training!

    Andrea – Simpro Europa S.r.l.
  • Salve,
    ho ricevuto il kit.
    Complimenti ai relatori, ottimo lavoro!

    Giuseppe Cristofaro – WebLab Studio
Aperte le iscrizioni al MASTER SEO 2014! 31 Giorni 4 Ore 14 Minuti 20 Secondi all'inizio
Iscriviti ora!
evden eve nakliyat şehirlerarası evden eve nakliyateşya depolama ofis taşımacılığı izmir escort izmir escort bayan izmir escort bayan